Tu sei qui

Un Liceo a portata di "dati"!

Tra orientamento e disorientamento, quale scuola dopo la licenza media? Cosa farò da grande?

In genere, per par condicio, i figli scelgono l'indirizzo, i genitori l'istituto!

Così, i mesi che precedono l'iscrizione pullulano di open day che accolgono futuri studenti a caccia di esperienze ed opinioni di liceali patentati.

All'esperienza empirica e alle testimonianze "live", si aggiungono altre fonti rispettabilissime che possono attestare la serietà e la competitività di un istituto rispetto ad un altro, orientando le famiglie nella scelta.

Eduscopio è, appunto, il portale online della Fondazione Agnelli che guarda ai risultati degli studenti liceali nell'ottica dell'università e quindi del mondo del lavoro. Da anni utilizza i dati di circa 1.260000 diplomati italiani in circa settemila indirizzi nelle scuole superiori di secondo grado, statale e paritario.

Il successo ottenuto dagli studenti universitari dal primo anno rimanda alla qualità della formazione offerta dalle scuole secondarie di secondo grado.

La sintesi di questi paramenti é l'indice FGA che mette insieme la media dei voti e la percentuale di esami sostenuti.

Insomma, alle spalle di un bravo studente universitario, c'è un ottimo liceo!

I dati di Eduscopio confermano il Liceo statale "Principe Umberto" primo nella classifica dei licei di Catania nei due indirizzi che lo costituiscono: scientifico e linguistico.

Con 71,76 punti FGA, il "Principe" é il Liceo scientifico che meglio prepara gli studenti ad affrontare l'università e al tempo stesso conquista il podio per il Liceo linguistico con 64, 41 punti FGA.

Inoltre, Eduscopio, quest'anno, ha aggiunto un nuovo indicatore di qualità, ovvero la "percentuale di diplomati in regola" che indica quanti studenti iscritti al primo anno raggiungono il diploma nei successivi cinque anni. Il "Principe Umberto” è capolista, nonostante questa fonte registri una percentuale di diplomati in regola uguale al 64,3%, più bassa rispetto ad altri licei che si collocano in posizione inferiore.

Un dato significativo! Un liceo sufficientemente selettivo?

I numeri del "Principe Umberto" confermano che i non ammessi all'anno successivo richiedono l'iscrizione nello stesso Istituto, talora anche nella stessa sezione!

Selezione, dunque, non significa eccessiva severità, ma qualità e attenzione nei confronti dell'alunno che deve essere orientato o riorientato ad acquisire consapevolezza del sé come studente e, in primis, come persona.

 

Daniela Longo

Marina Romano

 

 

 

2018

Torna alla pagina Eventi, Avvisi e News

Erasmus pluslogo EsaBac